Salute e benessere

Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Spa salt with aroma of lilac by Mykola Lunov on 500px.com

In questo articolo approfondiremo il concetto di salute e di benessere, inteso come processo di adattamento attivo e consapevole, e non come un obiettivo statico e definibile a priori.

Organizzazione Mondiale della Sanità.

La salute è una condizione di benessere fisico, psichico e sociale.

Partendo dalla definzione fornita dall’OMS, il benessere non si promuove attraverso la rimozione degli effetti di traumi, conflitti o schemi di comportamento o pensiero inefficienti. Tantomeno la salute può consistere esclusivamente nel ricorso a tecniche, strumenti, ideologie, fedi religiose, o rimedi farmacologici o naturali.
La persona dovrebbe invece dedicarsi alla ricerca del bene e non del male, alla scoperta delle sue risorse interiori e della bellezza dell’ambiente esterno e delle relazioni umane.

Per la cura della salute ci si deve affidare alle nostre risorse interiori, fisiche, psichiche e spirituali.

A parte tutti quei casi che richiedono espressamente un supporto da parte della medicina, il ricorso sistematico a strumenti esterni che vanno ad agire sulla nostra salute, ci sottraggono dal peso della nostra responsabilità e della nostra azione consapevole a migliorare la qualità della vita.

La ricerca del benessere passa attraverso il soddisfacimento dei bisogni fondamentali, alla ricerca di una vita piena, intensa e consapevole, in un processo continuo attraverso il quale la nostra crescita interiore tende a coincidere con il benessere dell’ambiente che ci circonda.

Cosa fare.

La ricerca della salute e del benessere consiste in un’opera di distruzione ed eliminazione consapevole. In altre parole, bisogna liberarsi dei legami inefficienti e inadeguati tramite:

  • la destrutturazione delle abitudini legate a paure infondate e a legami inutili o perversi
  • la distruzione delle credenze e degli schemi mentali che condizionano la nostra vita al di fuori della nostra consapevolezza
  • l’eliminazione delle attività che sottraggono tempo alla vita, e cioè che non producono benessere né arricchimento o sviluppo del sé.

Le possibilità aumentano per le persone che si assumono la responsabilità di:

  • costruire uno stile di vita in armonia con il proprio sé
  • impostare la propria vita come un processo di ricerca e di adattamento
  • aprirsi al cambiamento continuo in funzione adattiva.

In sintesi, la salute deve essere concepita in termini di qualità della vita e può essere sviluppata solo liberandosi di inutili sovrastrutture (miti, credenze, interessi materiali superflui) e rendendo la vita più efficiente nella ricerca di ciò che la rende degna di essere vissuta: il piacere di una vita intensa vissuta in contatto col mondo, ma prima di tutto con se stessi; la contemplazione, il silenzio, la vita all’aria aperta, nella natura; l’amicizia fondata sui contenuti e non sulle abitudini; una sana attività fisica, sessuale, intellettuale e spirituale; la fruizione e la creazione di ogni forma di attività artistica, la ricerca scientifica e filosofica; un lavoro gratificante, l’impegno politico e sociale, l’attenzione e la cura dell’ambiente e del prossimo.

Conclusioni

La ricerca del benessere e della salute non è una attività a basso costo.
Diffidate da chi proclama che la salute possa essere raggiunta senza sforzi e impegni da parte della persona o a prezzi ragionevoli, ad esempio attraverso l’acquisto di rimedi o farmaci miracolosi. La ricerca del benessere presuppone un impegno continuativo, assiduo e costante che è possibile mantenere soltanto attraverso una vera e propria educazione alla fatica.

Ogni giorno, milioni di persone preferiscono assumere rimedi inutili o sottoporsi a cure bizzarre pur di non affrontare, con dignità e senso di responsabilità, le difficoltà della vita. Quello di cui abbiamo bisogno è cercare dentro noi stessi l’energia vitale da dirottare verso obiettivi realizzabili, sostenibili, utili, e questa operazione implica un vero e proprio allenamento allo sforzo, all’impegno e al sacrificio.

L’acquisizione di questa forza vitale, nelle sue diverse componenti, costa sempre fatica. Dobbiamo però metterci nella condizione di attingere alle nostre risorse e vivere con piacere, entusiasmo e consapevolezza, in vista del raggiungimento di una condizione di salute e di benessere che non è mai un punto di arrivo, ma un percorso.


Leggi anche Il movimento per la gestione dell’energia.

Share & Enjoy